BREXIT, COLPO DI CODA DELLA MASSONERIA: LA CLAMOROSA SENTENZA DELL’ALTA CORTE CONTRO IL VOLERE DELLA VOLONTA’ POPOLARE
03/11/2016 34 Visualizzazioni

BREXIT, COLPO DI CODA DELLA MASSONERIA: LA CLAMOROSA SENTENZA DELL’ALTA CORTE CONTRO IL VOLERE DELLA VOLONTA’ POPOLARE

L’Alta Corte di Londra ha stabilito che il governo britannico devo richiedere il voto del Parlamento per avviare il processo di uscita dall’Unione Europea.
La Corte ha accolto la richiesta di un gruppo di attivisti pro-Ue. Nel dettaglio, il governo della premier Theresa May non potrà presentare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona, che avvia il processo di uscita, senza il via libera del Parlamento.
Secondo il governo britannico però l’esito del referendum non può essere stravolto dalla volontà del Parlamento, per questo il premier Theresa May ha annunciato di ricorrere in appello. Una nuova udienza alla Corte Suprema è prevista entro la fine dell’anno, quando saranno ascoltati i rappresentanti dell’esecutivo.
I tre giudici dell’alta corte di Londra hanno pronunciato la sentenza dopo il ricorso presentato da alcuni sostenitori del “Remain”. Gli anti-Brexit sostenevano che lasciare l’Unione senza prima aver consultato l’assemblea legislativa avrebbe rappresentato una violazione dell’accordo con cui, nel 1972, il Regno Unito aveva aderito alle comunità europee. Secondo quanto riportato nella sentenza, i giudici hanno ribadito il valore consultivo del referendum.
Davanti all’Inghilterra si prospetta ora uno scenario sempre più complicato. Nel caso in cui la Brexit dovesse davvero passare attraverso il Parlamento, secondo gli analisti della Bbc si potrebbe aprire una lunga stagione politica fatta di ostacoli e trappole da parte dei parlamentari europeisti. In aula comunque Theresa May sarebbe anche propensa a far votare l’articolo 50 del trattato di Lisbona, contando su una solida maggioranza.
 FONTE
LIBERO
loading...
Previous Concorsi, storia assurda: 43enne supera 19 bandi ma è ancora disoccupato
Next Fiorella Mannoia: "Al referendum voto NO: riforma macchinosa. Ne discutono i Costituzionalisti, che posso saperne io?"

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Europa

“L’ITALIA SI LAMENTA DELL’EUROPA, MA NON SPENDE SOLDI PER IL TERREMOTO” DICHIARAZIONI CHOC DEL PRESIDENTE DELL’UE JUNCKER

Bruxelles, 07 novembre 2016 – Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nel corso del suo intervento all’ETUC a Bruxelles. “Prendo l’esempio dell’Italia dato che l’Italia non cessa di attaccare

Europa

16 ex commissari UE continuano a ricevere 99.996 euro all’anno da Bruxelles

Sedici ex commissari europei stanno attualmente ricevendo pagamenti mensili dalle casse della Commissione, anche se molti di loro hanno già trovato nuovi posti di lavoro ben pagati nel mondo degli

Europa

RENZI CONTRO L’EUROPA? UNA SCENEGGIATA IMBARAZZANTE

Siamo a due settimane dal voto e Renzi va avanti con la sua “linea dura contro l’Europa” cercando pitesoamente di prendere qualche voto… Ma, caro Renzi, proprio tu ti comporti

Europa

FINLANDIA, VIA ALL’ESPERIMENTO SUL REDDITO DI CITTADINANZA: 560 € A 2MILA DISOCCUPATI

La Finlandia è diventato il primo Paese europeo a “regalare” un reddito mensile pari a 560 euro ai propri cittadini disoccupati. Obiettivo dell’iniziativa è “tagliare” la burocrazia, ridurre la povertà

Europa

Il PD approva il bilancio UE. Italiani, continuate a farvi prendere in giro? #IODICONO

Ieri, a Bruxelles, il Partito Democratico ha votato positivamente il “Progetto di bilancio rettificativo n.5 del bilancio generale 2016” e la “Procedura di bilancio 2017”. In italiano? Il primo è

Europa

15ANNI CON L’EURO? ECCO PERCHE’ LA TRUFFA VOLUTA DA CIAMPI, PRODI E FECCIA PARASSITA CI HA ROVINATO LA VITA

Con l’euro lavoreremo un giorno in meno e guadagneremo come se lavorassimo un giorno in più, disse Romano Prodi nel 1999. Sono passati quasi 15 anni dall’ introduzione della moneta