CGIL: IL 75% DELLE ASSUNZIONI NEL 2016 SONO PRECARIE
20/11/2016 45 Visualizzazioni

CGIL: IL 75% DELLE ASSUNZIONI NEL 2016 SONO PRECARIE

Nei primi nove mesi del 2016 sono state registrate 926.000 assunzioni a tempo indeterminato con un calo del 32% sullo stesso periodo del 2015 mentre sono aumentate le assunzioni a termine (a 2,7 milioni) e quelle stagionali (a 470.000).

Nel periodo – sottolinea uno studio della Fondazione di Vittorio della Cgil che elabora dati Inps – quasi il 75% dei nuovi contratti aveva un termine. La crescita dei rapporti stabili registrata l’anno scorso – sottolinea – era trainata dagli sgravi contributivi.

Nei primi nove mesi del 2016 è aumentata anche la vendita dei voucher con acquisti di buoni superiori a 109 milioni di unità (+128% rispetto ai primi 9 mesi del 2014).

Il saldo occupazionale totale (attivazioni meno cessazioni) del tempo indeterminato (incluse le trasformazioni che riguardano rapporti di lavoro già esistenti) – spiega la Cgil – resta attivo (+47.000) anche se drasticamente ridotto rispetto al 2015 (+520.000) e inferiore al 2014 (+105.000).

Fonte: Qui

loading...
Previous LE MANCE ELETTORALI DI RENZI CI COSTANO QUASI 28 MILIARDI
Next “Al popolo verrà tolto tutto”. Se vince il “SI”, Renzi controllerà ogni cosa: ecco come…

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Economia

Cresce la povertà sanitaria: un italiano su 3 non può comprare farmaci

Aumenta la ‘povertà sanitaria’ nel nostro Paese, ovvero il numero di persone e famiglie che non hanno abbastanza risorse a disposizione per acquistare i farmaci da banco necessari – antinfiammatori,

Economia

Ecco la lista verde delle BANCHE più SICURE: sono 5 in tutto. (Fate girare, tutti devono sapere!)

La Banca Centrale Europea e l’università Bocconi pubblicano le classifiche delle banche più sicure. Mentre prosegue la corsa contro il tempo per raccogliere i 5 milioni di euro necessari per

Economia

FISCO? CGIA: IL PESO REALE DELLE TASSE SUGLI ITALIANI È AL 49%

Sui contribuenti italiani fedeli al fisco grava una pressione fiscale ‘reale’ che, per l’anno in corso, si attesta al 49 per cento: 6,4 punti in più rispetto a quella ufficiale.

Economia

La guerra di Trump: “Le imprese che andranno a produrre fuori, pagheranno un dazio del 35%”

E blocca una delocalizzazione in Messico che serviva per pagare i dipendenti 3 dollari l’ora anziché tra i 20 e i 26 Il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, Donal

Economia

Legge di Bilancio, ancora promesse dal Governo: peccato che i soldi li prendono SEMPRE DAI CITTADINI!

E’ ARRIVATO L’ALBERO DELLA CUCCAGNA?  Una manovra da 26.5 miliardi! Si tratta, SI o NO, di un grosso debito,pre-referendario? E da dove arrivano questi miliardi? Dall’albero della cuccagna che produce come

Economia

INPS, L’ULTIMA DI BOERI: “TAGLIAMO LE PENSIONI” SCOPPIA LA BUFERA CON I SINDACATI

“I percettori di prestazioni previdenziali più generose hanno un tasso di mortalità più basso: di questo bisognerebbe tener conto per eventuali interventi perequativi”. Lo ha affermato il presidente dell’Inps, Tito