IL COMUNE NON HA SOLDI? E IL SINDACO È STATO SANZIONATO PER AVER PROVVEDUTO PERSONALMENTE ALLA POTATURA DEGLI ALBERI TROPPO COSTOSA…

Il Comune non ha soldi e il sindaco Massimo Caravaggio decide di arrangiarsi. Procedendo autonomanente alla potatura degli alberi del parco pubblico. Un’operazione necsaria per sostituire i giochi dello...

Il Comune non ha soldi e il sindaco Massimo Caravaggio decide di arrangiarsi. Procedendo autonomanente alla potatura degli alberi del parco pubblico. Un’operazione necsaria per sostituire i giochi dello spazio verde.

Fin qui sembra una storia ordinaria della provincia italiana. Siamo aGombito, nella bassa cremonese. Dove il primo cittadino e l’assessore all’Urbanistica decidono di rimboccarsi le maniche ed aggirare leristrettezze economiche in cui versano le casse municipali.

Eppure questa vicenda ha un epilogo al tempo stesso triste e grottesco. Perché l’opposizione in consiglio comunale ha denunciato il sindaco all’Ispettorato del Lavoro e all’Azienda provinciale per i servizi sanitari, l’Ats. Il motivo? “Primo cittadino e assessore non avevano le competenze” per intervenire.

Alla fine, mentre l’Ispettorato non ha avuto niente da ridire, l’Ats ha sanzionato Caravaggio con una multa di tremila euro. Sanzione che il primo cittadino pagherà di tasca propria. Ma l’amaro in bocca resta, soprattutto vedendo che gli stessi autori della denuncia portano i propri figli a giocare in quel parco che è accessibile solo grazie alla potatura della discordia.

L’Anci difende il sindaco

L’episodio è stato commentato anche dall’Anci con toni fra lo stupefatto e il basito: “Ogni giorno – continua l’Anci – gli amministratori devono scontrarsi con una mentalità burocratica. Nel frattempo le buche si allargano, l’erba cresce e i rami delle piante si ingrossano diventando più pericolosi.

Ed un sindaco non ha nessuno a cui delegare la risoluzione del problema. Ciò che è accaduto al sindaco del Comune di Gombito, paese di 700 abitanti in provincia di Cremona, è proprio questo, ovvero un amministratore, mosso dal solo senso civico che, nel suo giorno libero, imbraccia gli attrezzi per potare qualche pianta non pensando che al bene dei suoi concittadini.

Chiediamo – conclude l’Anci – un gesto responsabile di attenzione, di solidarietà, di intervento risolutivo verso il sindaco del Comune di Gombito e verso tutti quei sindaci che, come lui, non rinunciano a vivere quotidianamente la propria funzione quale Servizio alla Comunità che li ha eletti”

Fonte: Qui

loading...
CATEGORIE
News

POTREBBERE INTERESSARTI