Il giornalista Bechis perde la pazienza e sbugiarda i media: “Flop M5S? Ma di cosa state parlando?”

883
loading...
Il fallimento del Pd nelle elezioni amministrative 2017 non è stato percepito dai nostri media, che hanno evidenziato in (quasi) tutti i titoli il flop del M5S, paventando persino un ritorno del vecchio bipolarismo.
Una visione monocorde e reazionaria, un sospiro di sollievo per gli addetti ai lavori dell’informazione italiana che non non hanno mai amato il M5S.
Tuttavia, le voci fuori dal coro resistono.
Fra queste c’è Alessandra Ghisleri, la regina dei sondaggi in Italia (la favorita di Berlusconi, secondo Libero quotidiano) e direttrice di Euromedia Research, che intervistata dal Messaggero sostiene con forza la sopravvivenza di fatto del tripolarismo.
I pentastellati “erano un po’ sopravvalutati”, ma “per l’amor del cielo, come si fa a spararla così grossa” quando si parla di fallimento o addirittura di sparizione?
Va intanto ridimensionata la portata statistica del voto di domenica: “Erano chiamati a votare poco più di 9 milioni di italiani. Alle urne se ne sono presentati all’incirca in 5 milioni e mezzo. È un segmento importante e significativo del corpo elettorale italiano ma siamo solo intorno al 12% del totale”,

Sondaggi politici: M5S resta primo partito, Pd insegue

Le amministrative non sono il loro terreno preferito. Alle comunali non è in campo il loro leader e il voto d’opinione è meno corposo”. E poi, aggiunge la Ghisleri, “i 5Stelle hanno un problema di figure rappresentative sul territorio e, presentandosi sempre da soli, non dispongono di una rete che li supporti”.
“Una intelligente politica di allargamento”, spiega la Ghisleri  “permette ai partiti di raggiungere due obiettivi: mantieni la tua identità e contemporaneamente allarghi la tua area di attrazione”.
E la Lega Nord? “Ha tenuto la barra indirizzata sul suo brand. Con risultati positivi per le sue liste. Anche nel Centro mi pare che la Lega Nord con Noi con Salvini abbia ottenuto risultati apprezzabili ad esempio a L’Aquila e Ladispoli. Ora bisognerà vedere se avrà la costanza di lavorare al radicamento su nuovi territori”.
E le elezioni politiche? La Ghisleri non ha dubbi: “I poli a oggi restano tre”.
loading...

Potrebbe piacerti anche Altri di autore