LUIGI DI MAIO DORMIRA’ IN TENDA AD AMATRICE. CONDIVIDI QUESTO GESTO STRAORDINARIO DEL PENNTASTELLATO

Luigi Di Maio (M5S) e Barbara Saltamartini (Lega) sono arrivati ad Amatrice, rispondendo all’appello del sindaco Sergio Pirozzi. Il primo cittadino nei giorni scorsi tramite aveva invitato tutti i...

Luigi Di Maio (M5S) e Barbara Saltamartini (Lega) sono arrivati ad Amatrice, rispondendo all’appello del sindaco Sergio Pirozzi. Il primo cittadino nei giorni scorsi tramite aveva invitato tutti i parlamentari a trascorrere nel piccolo comune tre giorni tra gli sfollati.

In giornata si aggiungeranno anche il deputato del gruppo misto Antonio Matarrelli, Dorina Bianchi, vicecapogruppo Ncd alla Camera ed Elna Fattori, senatrice pentastellata.

Per capire se le leggi funzionano “bisogna rendersene conto direttamente sul territorio“. Così Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, parlando ai microfoni di Rainews24, appena arrivato ad Amatrice. Il deputato pentastellato, che ha risposto all’appello del sindaco Sergio Pirozzi, ha confermato che resterà ad Amatrice “tre giorni, come previsto dall’invito del sindaco, per capire cosa sta funzionando e cosa no. Così da portare a Roma delle migliorie – ha spiegato – di ordine legislativo“.

“Oggi sono ad Amatrice. Credo che sia stata un’idea giusta e molto importante portare i parlamentari qui ad Amatrice, su invito del sindaco Pirozzi, per tre giorni e farli rendere conto con i loro occhi di cosa stia funzionando e cosa no.
Se una legge non va, si cambia o si sistema. Immaginiamo se i parlamentari ogni mese fossero obbligati a fare la vita di ogni cittadino, se una volta al mese si ritrovassero a fare l’insegnante colpito dalla Buona Scuola, il lavoratore colpito dal Jobs Act: probabilmente smetterebbero di parlare di leggi elettorali e si occuperebbero di problemi concreti. Quanti cittadini hanno accolto con gioia buone leggi e poi si sono resi conto che non erano efficaci? Noi siamo preoccupati che tutto funzioni veramente qui e se non sta funzionando qualcosa, se ci sono dei ritardi, abbiamo il dovere sia di modificare le leggi che di stimolare gli enti preposti” queste le parole di Luigi di Maio apparse sul suo profilo Facebook.
loading...
CATEGORIE
News

POTREBBERE INTERESSARTI