REFERENDUM, SALERNO VOLTA LE SPALLE A DE LUCA: NEL CAPOLUOGO IL NO VINCE CON IL 60%
05/12/2016 3608 Visualizzazioni

REFERENDUM, SALERNO VOLTA LE SPALLE A DE LUCA: NEL CAPOLUOGO IL NO VINCE CON IL 60%

Salerno ha voltato le spalle al “suo” sceriffo. Le urne del referendum sono state amarissime per Vincenzo De Luca che si ritrova con la dèbacle in casa: in città, il “no” vince con il 60%, percentuale che in provincia aumenta ancora superando il 65%.

Eppure De Luca ci teneva moltissimo a vincere e in questa campagna elettorale c’aveva messo la faccia. Per la prima volta, da più di vent’anni, ha perso a Salerno. Il dato delle altre province campane, poi, completa il disastro elettorale: a Napoli, il “sì” non s’è smosso da uno striminzito 30%, come a Caserta.

Sconfitta senz’appello pure a Benevento e Avellino. Nel complesso la Campania, che secondo la contestata dichiarazione di De Luca intercettata durante l’incontro coi sindaci avrebbe dovuto ringraziare e premiare gli investimenti del governo e sulla cui lealtà Renzi avrebbe messo la mano sul fuoco fino alle 22.59 di domenica sera, ha alzato un muro contro la riforma costituzionale.

E il “no” ha convinto più di 1,8 milioni di elettori. In percentuale, si parla del 68,5%.

Dal quartier generale di De Luca, però, non c’è ammissione di sconfitta. Almeno, nessuno arriva a riconoscere che il governatore sia coinvolto nel tracollo del sì. Ha parlato il figlio dell’ex sindaco di Salerno, Piero De Luca, a cui il Pd aveva affidato la responsabilità e il coordinamento regionale dei comitati per il sì.

“È stato un voto politico contro il premier – ha detto De Luca jr -, purtroppo non è riuscito a passare il messaggio di rinnovamento di questa riforma”. E, come riporta il Mattino, ha analizzato anche il dato cittadino: “Su Salerno ha spirato il vento nazionale, la città si è allineata. Le polemiche? Non c’entrano nulla”.

Fonte: Qui

loading...
Previous Adesso l’ Italia dovrebbe chiedere i danni a Renzi e Napolitano! ORA VOGLIAMO IL VOTO SUBITO
Next Dopo il referendum ricordiamoci i nomi di chi era per il Si e per il No

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

News

IL MESSAGGIO DI BEPPE GRILLO AL PD E A RENZI SULLE PROSSIME ELEZIONI

di Beppe Grillo Renzi non è abituato alle elezioni, ne ha paura e crede che sia un ordigno del MoVimento 5 Stelle: “Non lascio questa arma a Grillo” ha detto

News

RENZI INCASTRATO DAI NUMERI: SCANDALO SUI SOLDI INTASCATI A PALAZZO CHIGI

Con l’arrivo di Matteo Renzi al governo nulla è cambiato sui premi di risultato dei dirigenti del Palazzo: nel 2014 quasi tutti premiati Quando l’ex sindaco di Firenze è salito

News

Caso Saguto: nelle carte dell’inchiesta spunta il nome del sottosegretario PD Davide Faraone

L’esponente siciliano del Pd risulta citato in una pagina di intercettazioni dell’indagine sulla gestione dei beni sequestrati alla mafia. Coperta da omissis. Mentre al Csm si continuano a studiare gli

News

RAI, MAXI-SPOT ELETTORALE PRO-RENZI: 1 MILIONE DI EURO SPESI (Soldi tuoi!)

Uno spot elettorale per Matteo Renzi da un’ora e mezza di diretta tv, al modico costo di un milione di euro. Della Rai, e dunque nostri. Appuntamento, per chi vuole,

News

“Rai Abusiva, Non Puo’ Trasmettere”. Bomba Clamorosa Sulla Tv Pubblica

Per un paio di settimane, da martedì, Viale Mazzini sarà abusiva. E’ quello che scrive Il Fatto Quotidiano, secondo cui “il contratto di concessione fra la Rai e lo Stato

News

Bufale web, Mentana contro il bavaglio: “Controlli dannosi, la libertà di espressione non può essere repressa, al massimo regolata”

Riportiamo uno stralcio dell’intervista al direttore Enrico Mentana … di Virginia della Sala per il Fattoquotidiano.it Su carta bianca lasciata a tutti, si scrive di tutto. È come la porta